Le 4 regole per il rientro a casa con il neonato

SCRIVI IN CHATPARLA CON NOI

Come gestire il ritorno a casa con il neonato, 4 regole per i primi momenti 

La società spesso trasmette un messaggio errato ai neo genitori: l’arrivo di un bambino porta felicità e tutti devono essere e mostrarsi sempre contenti e sereni.

La Dott.ssa Flavia Risari, esperta Psicologa Materno-Infantile ci da qualche indicazione a riguardo.

I primi mesi di vita del neonato sono, invece, complicati e richiedono tempi e modi di vita diversi per i genitori e per chi sta loro accanto.

Sono necessari alcuni giorni se non mesi affinché la coppia capisca come gestire i nuovi equilibri e i nuovi ruoli e perché riesca a mettere i confini con la realtà esterna che di continuo cercherà di invadere i loro spazi e dare la propria opinione.

É quindi importante iniziare a mettere i “paletti” prima che il bambino nasca! Alcuni suggerimenti che possiamo dare ai futuri e neo genitori sono delle piccole regole da condividere con famiglia e amici:

  • Evitare di avere decine di persone che si susseguono nelle visite in ospedale nei giorni dopo il parto: la mamma e il bambino sono stanchi per la fatica del parto e hanno bisogno di tempo per riposarsi e per iniziare a conoscersi. Un ambiente protetto aiuta e quindi evitare che amici e parenti invadano la stanza dell’ospedale è fondamentale! Fate capire che il neonato non cambia faccia dopo tre giorni e quindi i vostri cari possono venire a trovarvi anche una volta che siete tornati a casa e vi siete sistemati. Non è cattiveria da parte vostra, ma sono bisogni fisiologici.
  • Regolamentare le visite anche una volta tornati a casa: evitare che arrivino visite in qualsiasi momento della giornata e che chi viene a trovarvi prenda in braccio il bambino a lungo. Chiedete piuttosto aiuto per le faccende domestiche (una buona lasagna cucinate dalle nonne fa sempre piacere!) Mentre voi gestite il neonato.
  • Dormire quando dorme il bambino per allinearsi ai suoi ritmi e per cercare di riposare il più possibile. Per poter fare ciò bisogna avere la sicurezza di non essere disturbati a qualsiasi ora e di sentirsi in un ambiente sicuro e protetto, in cui ognuno può rispettare i propri tempi.
  • Uscire anche per poco tempo (anche in inverno si può uscire con il neonato, magari nella fascia, non siamo al Polo Nord!) è utile e spesso i bambini fuori dormono. Per questo può essere coinvolto qualche parente o amico, sempre in piccolo numero!

Il papà è il miglior protettore di confini, quindi lui dovrà prendersi il compito di regolamentare visite e chiamate!

Come può aiutarti Mama Chat?

La Dott.ssa Flavia Risari e la nostra équipe di Psicologhe esperte sono consultabili nella Area Maternità della sezione Video-Terapie. La loro esperienza è a vostra disposizione e prenotare un consulto con loro è facile, farsi supportare in queste fasi delicate è importante e molte mamme ne hanno bisogno, non esitare a scriverci!

SOSTIENICI

OGNI DONAZIONE PER NOI È IMPORTANTE